Valuta

In Italia si utilizza l’Euro.

Se arrivi da un paese dell’Unione Europea ovviamente non avrai bisogno di cambiare moneta, ma se arrivi da un paese Extra – Ue è necessario effettuare il cambio.

Il mio consiglio è di arrivare in Italia e a Napoli già con il cambio effettuato presso la tua banca. Fatti un’idea del tuo budget, valuta quello che puoi spendere con carta e quello che è necessario pagare in contanti. Effettuato questo primo passaggio, arrivato a Napoli dovrai cambiare i tuoi soldi solo se è necessario oppure se hai superato il budget che ti eri prefissato di spendere prima del viaggio.

Ma nel fare queste valutazioni devi prendere in considerazione che l’utilizzo dei contanti in città è più diffuso dell’utilizzo della carta di credito o della carta di debito. Soprattutto per piccole spese, sempre meglio utilizzare i contanti.

Fatta questa doverosa premessa, oltre ai Money Exchange che trovi nei principali punti di arrivo in città (aeroporto, stazione, porto) puoi cambiare in una banca o prelevare da un ATM che ti offre maggiore fiducia e garanzia.

Di solito l’istituto che offre maggiore sicurezza, ma anche minori commissioni, in quanto probabilmente già clienti della banca, è sempre quello più conosciuto nel paese di origine.

Ed ecco perché ho ritenuto utile lasciarti una lista delle principali banche straniere che puoi trovare a Napoli.

I turisti spesso confondono le banconote e quindi ti consiglio di sapere quali banconote e monete troverai in circolazione in città.

Le banconote dell’Euro sono di colore e grandezza differente in base al valore. Se visiti Napoli, devi imparare a riconoscere rapidamente il valore delle banconote in base al colore per essere sicuro di quanto stai spendendo, ecco una lista dei colori e dei loro rispettivi valori:

Viola: banconota da 500 euro (la banconota Euro dal valore maggiore); 

Giallo: banconota da 200 euro; 

Verde: banconota da 100 euro, 

Arancione: banconota da 50 euro; 

Blu: banconota da 20 euro; 

Rosso: banconota da 10 euro; 

Grigio: banconota da 5 euro.

Ci sono anche le monete: la moneta da 2 euro e la moneta da 1 euro sono fatte di due metalli differenti 

monete da 50, 20 e 10 centesimi di euro sono fatte di metallo dorato,

e le monete da 5, 2, e 1 centesimo di euro sono fatte di bronzo.

 

Sono molto diffuse le banconote da 50 €, 20 €, 10 € e 5 €. Quelle da 500 € e 200 € non sono ben accette.

Le monete più comuni sono quelle da 2 €, 1 €, 0,50 €, 0,20 € e 0,10 €.

I centesimi sono poco diffusi, le monete da 0,05 € sono ancora molto utilizzate, ma quelle da 0,02 € e 0,01 € si utilizzano pochissimo e non c’è da sorprendersi se il resto viene sempre arrotondato anche per l’abitudine che si è creata dall’ingresso dell’Italia nella zona euro.

L’utilizzo della Carta di Credito non è molto diffuso, ma tutti gli esercizi commerciali la accettano.

Più frequenti i pagamenti con carta di debito, ma in città è molto diffuso l’utilizzo dei contanti, e quindi chi proviene da paesi in cui l’utilizzo dei contanti è poco utilizzato non si impressioni, qui è normale.

Barclays Bank

Deutsche Bank

Allianz Bank

Credit Agricole Bank

Santander Bank