A Napoli con la famiglia

L’idea di andare a Napoli con la famiglia è senza dubbio eccitante.

Per i genitori condividere l’esperienza di viaggio con i propri figli è appagante e soddisfacente.

Avere tempo, molto più tempo del normale per stare insieme a loro, parlare con loro, vederli felici e curiosi di cosa stanno visitando è sicuramente motivo di felicità!

Per le famiglie consiglio di trovare alberghi che offrono suite spaziose, con più camere in modo tale da essere comodi e avere la propria privacy quando si va a dormire.

Per i genitori che viaggiano con figli adolescenti, soprattutto se stanno studiando in scuole secondarie consiglio un viaggio con taglio fortemente culturale. Dall’enorme bagaglio storico di Napoli, passando per gli scavi archeologici di Pompei ed Ercolano fino ad arrivare ai presidi greci dei Campi Flegrei visitare Napoli vi permetterà di vivere un’esperienza indimenticabile. Piena. Ricca di contenuti.

Voglio però soffermarmi per le famiglie che hanno bambini piccoli.

Forse perché ho due figli di 4 e 2 anni. Forse perché amo i bambini: essenza di verità e purezza, ma eccoci qua:


Viaggiare a Napoli con i bambini

Viaggiare con i bambini può essere eccitante ed estenuante allo stesso tempo. Vuoi mostrare questa splendida città ai tuoi figli ma questo significa anche tante ore di volo, jet lag e forse non hai idea di cosa fare con loro in questa stupenda città. Io ho bambini e ho viaggiato con loro diverse volte.

Per aiutarti, ho raccolto alcuni suggerimenti su come gestire il viaggio. Non solo come arrivare a Napoli ma anche cose divertenti da fare qui per rendere questo viaggio indimenticabile per tutta la famiglia.

Andare in aereo a Napoli con i bambini

Se voli con bambini a Napoli, è meglio prepararsi il più possibile, soprattutto se affronti un volo intercontinentale.

Ci sono biglietti per bambini, disposizioni speciali o particolari sconti? Cosa bisogna tenere presente quando si vola e quali sono i collegamenti dall’aeroporto? Sotto trovi i miei suggerimenti con le risposte a tutte queste domande. Perciò non preoccuparti troppo per il volo e comincia a pensare a cosa fare con i bambini

Volare a Napoli con neonati e bambini fino a 2 anni

Volare con un neonato è sempre una sfida, soprattutto se si tratta di un lungo volo. Le compagnie aeree chiedono prezzo pieno se si prenota un posto per il proprio bambino. Se invece lo si tiene sulle proprie ginocchia per tutta la durata del volo, il biglietto costa circa il 10% della tariffa standard. La maggior parte dei voli verso New York sono sempre pieni quindi non è possibile solo pensare a un posto vuoto affianco al proprio.

Posti speciali per neonati e bambini

Ciascuna compagnia aerea ha un regolamento diverso per quanto riguarda i posti a sedere per famiglie con bambini piccoli. Per mia esperienza non c’è molto interesse in questo anche se si fosse disposti a pagare di più. Sono disponibili quelli che chiamano i bulkhead seat sul quale può essere attaccata una culletta. Questo rende il viaggio molto più facile. Tuttavia sono riuscito a prenotare questi posti speciali solo una volta. Le altre volte erano occupati da passeggeri senza bambini. Questa cosa può essere molto frustrante. Il modo migliore per ottenere questi posti è chiamare la compagnia subito dopo aver prenotato. Se nel caso non si potesse avere uno di questi posti, allora suggerisco di andare all’aeroporto il prima possibile per provare ancora una volta. Considera che queste cullette sorreggono un peso massimo di circa 20 lbs. /10 chili. La politica riguardo all’imbarco per le famiglie con i bambini può variare molto tra le varie compagnie. Aspettare in fila con un bambino in braccio può essere molto stressante. C’è da tenere presente che a volte bisogna conservare la borsa per il cambio 15 file più giù perché la maggior parte dei compartimenti sono già pieni.

Dar da mangiare al proprio bambino durante il volo

È disponibile un menu speciale per i bambini. Qualche volta, quando si prenota il volo, si può richiedere il menu per bambini. Il tuo bambino si nutre ancora solo di latte? Allora è meglio portarne extra per possibili ritardi. Il latte può essere riscaldato a bordo. Pianifica le poppate. Una volta atterrati ci vorrà del tempo prima di trovare un posto dove allattare o riscaldare il latte. Quindi è meglio dare l’ultima poppata quasi alla fine del viaggio.

I suggerimenti di Gennaro

ti consiglierei di parlare un attimo con le persone nei posti davanti e dietro a voi e di spiegare che si farà il possibile per tenere i bambini calmi. La maggior parte delle persone reagisce bene e non saranno così infastiditi se il bambino dovesse piangere durante il volo.

Collegamento dall’aeroporto all’hotel

Se decidi di prendere un bus navetta o un taxi dall’aeroporto all’albergo è importante sapere che è obbligatorio per legge avere un seggiolino per l’auto.

Un’altra opzione è di prenotare un transfer privato dall’aeroporto dove puoi prenotare un seggiolino per un costo aggiuntivo. Ricordati di specificare che hai bambini piccoli con te.

Volare con bambini dai 2 ai 12 anni

Da 2 anni in poi si deve prenotare un posto per il proprio bambino. Il prezzo del biglietto è lo stesso, quindi non ci sono particolari sconti. Prima di prenotare dai un’occhiata alla mappa dei posti a sedere. Spesso una famiglia di tre persone viene separata perché i posti sono a coppia. E’ possibile evitarlo controllando prima. Ovviamente non è garantito nulla, ma almeno ci si anticipa rispetto a quelli che non lo fanno. E’ anche una buona idea lasciare che i bambini giochino in aeroporto. Qualcuno potrebbe sbottare: “Questo non è un parco giochi!”. Non importa. Nel rispetto degli altri e del luogo, tanto è che  se si permette ai bambini di essere bambini, probabilmente saranno più tranquilli durante il volo.

Attività per bambini in volo

La maggior parte dei voli intercontinentali hanno dei piccoli schermi per guardare cartoni animati e per giocare e questo non è il momento per insegnare ai tuoi figli che guardare la TV fa male! Si porti con sè qualche gioco. Se l’aereo non è dotato di schermi, allora è meglio portare un tablet. E’ bene accertarsi che si abbiano abbastanza attività da fare con il tablet PRIMA di lasciare la propria città. E’ anche divertente dire ai bambini quello che li aspetta raccontando loro dei luoghi che visiterete. Potresti riuscire a leggere loro un libro o fare un puzzle.

Dormire in volo

Il volo intercontinentale per l’Europa è lungo e così molti bambini dormiranno per un paio di ore. Non è un problema preparare un letto a terra di fronte a sè con un cuscino e qualche giacca. La cosa scocciante è che se ci sono turbolenze bisogna svegliarli.
E’ meglio portare dei calzettoni così che i bambini possano togliersi le scarpe. Ho visto bambini con cuscini grandi, non lo farei MA sembra molto confortevole.

Evitare di infastidire gli altri passeggeri

Una delle cose più irritanti per un passeggeri è sentire i piedi di un bambino colpire dietro il sediolino o anche il rumore del tablet o della console. Un bambino farà così ovviamente, ma è possibile evitarlo portando con sè le cuffie o dicendo al proprio figlio di non dare colpi con i piedi. Personalmente, appena sono tutti seduti, chiedo sempre alle persone di fronte e dietro di me di farmi sapere quando sono irritati. La loro reazione è sempre positiva e le persone sono in genere meno infastidite se le cose non dovessero andare secondo i piani.