Eventi e Gallerie d'arte

MOSTRA SUI LONGOBARDI AL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE

21 Dicembre 2017 00:00 – 25 Marzo 2018 23:59

Museo Archeologico Nazionale

Mostre e fiere

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli tra i grandi musei d’Europa è stato scelto per un’importante mostra che avrà tre sedi: Pavia, Napoli e San Pietroburgo; un evento epocale sui Longobardi.


Sarà l'evento più grande mai realizzato sul popolo “dalle lunghe barbe”, che avrà luogo prima a Pavia il 26 agosto 2017, poi a Napoli il 15 dicembre ed, infine, ad aprile 2018 al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo. Susanna Zatti, direttrice dei Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia e Paolo Giulierini,direttore del MANN-Museo Archeologico Nazionale di Napoli, hanno infatti siglato l’atto ufficiale che definisce la collaborazione per la realizzazione dell’esposizione, alla presenza del Sindaco pavese Massimo Depaoli, l’Assessore alla Cultura Giacomo Galazzo e Maurizio Cecconi Segretario Generale di Ermitage Italia.

A curare l’evento saranno Gian Pietro Brogiolo e Federico Marazzi con Ermanno Arslan, Carlo Bertelli, Caterina Giostra, Saverio Lomartire e Fabio Pagano. L’esposizione avrà qualcosa di innovativo rispetto alle altre che si sono realizzate finora, infatti cercherà di dare una visione complessiva del ruolo, dell’identità, delle strategie, della cultura e dell’eredità del popolo longobardo.

Saranno oltre 300 le opere esposte, più di 100 i musei e gli enti prestatori, oltre 50 gli studiosi coinvolti nelle ricerche e nel catalogo edito da Skira, 32 i siti e i centri longobardi rappresentati in mostra, 58 i corredi funerari esposti, 17 i video originali e le installazioni multimediali, 4 le cripte longobarde pavesi aperte per la prima volta al pubblico in un apposito itinerario e centinaia i materiali provenienti dai depositi del MANN.

Napoli si farà portavoce del ruolo importante nel Sud Italia giocato dai Longobardi, un popolo che ha significato molto per l’Italia e che ci ha lasciato tantissimo in eredità. Una ricostruzione dell’economia e della società di allora dominata da guerre, scontri e personalità importanti.

MUSEO DELLA FOLLIA

28 Gennaio 2018 00:00 – 31 Dicembre 2018 23:59

Sede: Chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, Via dei Tribunali 377, Napoli


Arte e Follia, centinaia di opere tra sculture, dipinti e fotografie affrontano la tematica della follia attraverso la storia dell'arte.

La mostra è curata da Vittorio Sgarbi: «…Un repertorio, senza proclami, senza manifesti, senza denunce. Uomini e donne come noi, sfortunati, umiliati, isolati. E ancora vivi nella incredula disperazione dei loro sguardi. Condannati senza colpa, incriminati senza reati per il solo destino di essere diversi, cioè individui. Inzerillo dà la traccia, evoca inevitabilmente Sigmund Freud e Michel Foucault, e apre la strada a un inedito riconoscimento, a una poesia della follia che muove i giovani in questa impresa.

Biglietteria: http://www.museodellafollia.it/biglietteria/


Chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta

La chiesa è rimasta chiusa per decenni, ospita oggi il Museo della Follia. La denominazione “della Pietrasanta” è dovuta ad una pietra custodiata all’interno che, quando la si baciava procurava l’indulgenza. La tradizione vuole che vi sia stato sepolto papa Evaristo. Il campanile, in laterizio, in stile romanico, risale all’XI secolo; si tratta di una delle più antiche torri campanarie d’Italia e conserva numerosi elementi architettonici e iscrizioni di epoca romana, in marmo, rilavorati e riutilizzati come blocchi da costruzione. Tale particolarità è dovuta al fatto che nello stesso luogo sorgeva in epoca Romana un grande tempio dedicato alla Dea Diana. La facciata della chiesa è addossata ad un corpo laterale composto dalla Cappella Pontano e dalla settecentesca Cappella del Salvatore.